Visualizza articoli per tag: PAT

REGIONE: Calabria - Trebisacce
TIPOLOGIA PRODOTTO:Prodotti vegetali allo stato naturale o trasformati

Descrizione

Il "biondo tardivo di Trebisacce" è una particolare varietà di arancia tipica di questa zona nella provincia di Cosenza.

Caratteristiche

La particolarità del biondo tardivo di Trebisacce, come suggerisce anche il nome, è il suo "periodo di raccolta".

Infatti, al contrario degli altri tipi di arancia, la cui raccolta avviene durante il "periodo invernale" appena il frutto raggiunge la maturazione, il biondo tardivo di Trebisacce viene lasciato sulla pianta fino a primavera inoltrata.

Questo metodo, che consente al frutto di completare la "maturazione sulla pianta" e non in una cella frigorifera, permette di esaltare appieno le caratteristiche organolettiche dell'arancia, facendone risaltare le componenti dolci e acide oltre al profumo particolarmente intenso.

Inoltre, le caratteristiche di questo agrume sono date dalla:

  • stabilità del clima della zona di Trebisacce e dalla sua vicinanza con il mare.

Terreno

Anche i terreni nei quali viene coltivato il biondo tardivo di Trebisacce contribuiscono in maniera importante "all'unicità" del frutto, grazie alla loro bassa componente argillosa e ad un ph favorevole alla crescita di tale qualità di arancia.

Il biondo tardivo di Trebisacce presenta una colorazione arancione chiaro, un aroma intenso e una polpa molto succosa e compatta.

In cucina

Questa deliziosa arancia, oltre a poter essere gustata al naturale, presenta anche numerosi utilizzi in cucina, infatti, viene impiegata per:

  • spremute;
  • dolci;
  • macedonie;
  • per l'insalata di arance, piatto tipico della tradizione culinaria calabrese.

 

Pubblicato in CALABRIA
Etichettato sotto
REGIONE: Sicilia
TIPOLOGIA DI PRODOTTO: Dolci

Descrizione

I biscotti a "s" sono una rinomata specialità siciliana.

Certificazioni

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha inserito i biscotti a "s" nella lista dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della regione Sicilia (PAT).

Caratteristiche

Si tratta di dolcetti tipici di Monreale, una bella cittadina nei pressi di Palermo, famosa per il Duomo.

Si distinguono per la caratteristica forma ad "esse" e i decori con "ghirigori bianchi" fatti con:

  • zucchero a velo e albume.

Origini

Devi sapere che la loro storia risale al XVI secolo.

Questi biscotti, infatti, sono un'invenzione delle "Monache Benedettine del Monastero di San Castrense", ormai scomparso.

Le suore erano abili amministratrici, gestivano:

  • il torrente;
  • le cantine;
  • i mulini con oculatezza;

e avevano una grande influenza sugli abitanti della città.

Organizzavano perfino una "fiera agricola" che venne abolita solo nel 1866.

In cucina facevano esperimenti e crearono i biscotti a "s" che incontrarono un successo immediato all'interno del convento.

Tuttavia la loro diffusione al pubblico si deve a una suora che aprì un biscottificio a Monreale, il "Giangrande Modica" che ancora oggi è il più antico e importante della città.

I biscotti a "s" sono citati ne "Il Gattopardo", l' epico romanzo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa.

Ingredienti

Questi dolci sono buoni e gustosi grazie alla semplicità degli ingredienti.

Sono preparati esclusivamente con:

Per la "glassa" servono:

  • zucchero a velo;
  • succo di limone;
  • albume d'uovo.

La cottura richiede non più di 10 minuti.

Degustazione

In genere si consumano a colazione o con il tè del pomeriggio.

In altre zone della Sicilia puoi trovare biscottini dalla stessa forma con piccole differenze, ma gli originali sono solo quelli di "Monreale".

Pubblicato in SICILIA
Etichettato sotto
REGIONE: Sicilia
TIPOLOGIA DI PRODOTTO: Dolci

Descrizione

I "biscotti al latte siciliani" sono dolcetti rustici da "inzuppo", pensati, per rendere energetico ed entusiasmante il rituale della colazione.

Certificazioni

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha inserito i biscotti al latte nella lista dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della regione Sicilia (PAT).

Caratteristiche

I biscotti al latte sono diffusi in tutta l'isola, ma particolarmente nel Ragusano.

Sono costituiti da una singolare pasta frolla nel cui impasto figurano:

  • strutto (o burro);
  • ammoniaca alimentare;
  • aromi.

Questi appena citati, sono elementi che assicurano friabilità ed una perfetta lievitazione.

Sin dal primo assaggio dei biscotti al latte siciliani, percepirai tutto il gusto della tradizione, riportando alla mente piacevoli ricordi d'infanzia.

Il delicato sapore di cui sono dotati questi dolci, titilla le papille gustative di grandi e piccini, appagando i palati più esigenti e soddisfacendo gli appetiti più capricciosi.

Dal momento che la ricetta prevede pochi ingredienti, ma tutti rigorosamente freschi di giornata, tali biscotti sono ideali per gli sportivi e per quanti curano meticolosamente stile di vita ed alimentazione.

Presentazione

biscotti al latte siciliani si possono trovare con svariate forme, ovvero:

  • a forma di "S" con linee frastagliate sulla superficie;
  • a forma di "treccia";
  • a "ovale piatto", ricoperto da una finissima granella di zucchero.

Senza indugiare oltre passiamo subito a presentarvi la nostra ricetta dei biscotti al latte siciliani.

Ingredienti

Gli ingredienti utilizzati nella preparazione dei biscotti al latte siciliani sono i seguenti, ossia:

  • 250 g di farina 00;
  • 100 g di zucchero;
  • 50 g di strutto;
  • 1 uovo;
  • 65 ml di latte intero;
  • 5 g di ammoniaca alimentare per dolci;
  • scorza di mezzo limone;
  • sale q.b.

Preparazione

Step 1:

  • Iniziate con la preparazione dei biscotti al latte siciliani versando gli ingredienti in una ciotola.
  • Amalgamate bene tutti gli ingredienti, poi versate il composto su una spianatoia leggermente infarinata e lavorate il tutto fino a ottenere un impasto liscio e compatto.
  • Formate una palla, mettetela in una busta di plastica per alimenti, oppure avvolgetela nella pellicola trasparente, e riponetela a riposo in frigo, per almeno 30 minuti.
  • Trascorsi i 30 minuti, accendete il forno a 180° e rivestite la placca del forno con la carta idonea.

Step 2:

Riprendete l’impasto e lavoratelo:

  • formate dei rotolini lunghi circa 20 cm e dello spessore di cm 1 circa;
  • appiattiteli e rigateli con una forchetta;
  • disponeteli sulla placca e spennellateli con il latte.

Biscotti al latte posizionati su una teglia pronti per essere infornati

Step 3:

  • Preriscaldate il forno a 180°C in modalità statica;
  • Infornate e lasciate cuocere i biscotti per 13/15 minuti, fino a quando avranno assunto un colore dorato.
  • Raggiunta la cottura ideale, potrete toglierli dal forno e lasciarli raffreddare.
  • Una volta freddi, rimuoveteli dalla placca e saranno pronti per essere inzuppati in un bella tazza di latte caldo.

Se la scorza di limone non dovesse essere di vostro gradimento, potrete sostituirla con:

  • la scorza di arancia;
  • una bustina di vanillina.

Conservazione

Se non avete voglia di mangiarli subito, i biscotti al latte siciliani si possono conservare all'interno di una scatola di latta per circa due settimane.

Vedrete che saranno ottimi come fossero appena fatti.

Infine, qualora voleste preparare l'impasto il giorno prima per lavorarli il giorno seguente, sappiate che non c'è alcun tipo di problema, poichè si conserva perfettamente in frigo per un giorno.

Varianti

I biscotti al latte siciliani sono poi disponibili in diverse versioni, ovvero:

  • aromatizzate alla cannella;
  • aromatizzate al limone;
  • aromatizzate all'arancia, che si accompagnano piacevolmente sia al cappuccino che al tè bianco al gelsomino.

La caratteristica principale di questi biscotti, è che sono "genuini", oltre che gustosi e versatili in cucina, quindi adatti anche all'esecuzione di ricette golose ed espressive.

Degustazione

Per gustare al meglio i biscotti al latte siciliani, potete:

  • accompagnarli ad una tazza di latte e caffè o ad una mousse agli agrumi;
  • inebriali con un velo di confettura;
  • impreziosirli con uno strato di crema alle nocciole, ai pistacchi o alle mandorle.
Pubblicato in SICILIA
Regione: Sicilia
Tipologia di prodotto:  Paste fresche e prodotti della panetteria, biscotteria, pasticceria e confetteria

Descrizione

I "biscotti bolliti", chiamati anche "viscotta udduti" o "biscotti scaurati", sono un prodotto tipico del ragusano, ma apprezzati in tutta la Sicilia e in generale in tutt'Italia.

Certificazioni

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha inserito i biscotti bolliti nella lista dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della regione Sicilia (PAT).

Caratteristiche

I biscotti bolliti sono biscotti non eccessivamente dolci, che si possono consumare anche come:

  • spuntino;
  • merenda.

Sono accompagnati a:

  • formaggi dolci spalmabili;
  • confetture di frutta;
  • mostarde;
  • burri aromatizzati.

Molti amano gustarli nel latte, perché ricordano un po' il sapore del pane di una volta, quello che si utilizzava per preparare una cena frugale e nutriente:

  • la zuppetta di latte e caffè.

Sono biscotti estremamente croccanti e pastosi all'interno.

Tradizioni

I biscotti bolliti sono considerati un "dolce Pasquale", ma soprattutto in Sicilia, si consumano volentieri tutto l'anno.

La loro particolarità è quella di essere:

  • cotti in forno dopo essere stati "bolliti".

Questo conferisce loro un sapore delicato, non particolarmente intenso, neutro e che piace a tutti, per la sua semplicità.

Valori nutrizionali

100 gr di biscotti bolliti apportano circa:

  • 300 calorie;
  • 50 gr di carboidrati;
  • 10 gr di proteine;
  • 7 gr di grassi;
  • 3 gr di fibre.

Sono, quindi, da considerarsi uno spuntino o una merenda decisamente bilanciata e non eccessivamente grassa o calorica.

Ingredienti

Gli ingredienti necessari per circa 1 kg di biscotti bolliti sono:

  • 500 gr di farina;
  • 0,250 gr di farina 00;
  • 100 gr di zucchero bianco;
  • 30/40 gr di strutto;
  • 5 uova;
  • 1 cucchiaino di succo di limone;
  • 1 cucchiaino di aroma di anice.

Preparazione

I biscotti bolliti si preparano lavorando su una spianatoia, tutti gli ingredienti, aggiungendone uno alla volta alle farine, fino ad ottenere un composto liscio e morbido.

A questo punto si deve:

  • stenderlo con un mattarello;
  • tagliare dei rotolini di pasta;
  • modellarli a forma di "S", di anello o di rosa, a spirale.

I biscotti vanno"bolliti" per 5 minuti, lasciati riposare per mezza giornata su teglia, poi messi in forno, a 200° per una mezz'oretta.

Pubblicato in SICILIA
REGIONE: Sicilia
TIPOLOGIA DI PRODOTTO: Dolci
CERTIFICAZIONE PRODOTTO: PAT

Descrizione

In Sicilia, come nel resto dell' Italia, il periodo natalizio, porta con sè una lunga tradizione di dolci tipici confezionati artigianalmente da maestri pasticceri o preparati amorevolmente nelle cucine delle case.

Caratteristiche

Accanto ai panettoni ed ai torroni, troviamo diversi tipi di "biscotti di Natale" che richiamano nella forma e nei colori la gioia delle feste.

In Sicilia non passa Natale senza che le famiglie si riuniscano per preparare i biscotti farciti con ripieno di frutta secca detti "bucellati", perché la loro ricetta richiama quella del dolce natalizio tipico: il bucellato.

Ingredienti

Gli ingredienti per questi biscottini sono:

  • mandorle;
  • fichi secchi tritati;
  • noci;
  • pistacchi;
  • uva passa;
  • cioccolato a pezzetti;
  • pinoli;
  • scorza di limone;
  • cannella;
  • vaniglia.

Preparazione

Gli ingredienti variano leggermente da zona a zona così come il nome col quale i biscotti vengono chiamati in dialetto, ma alla base di ciascuna ricetta c'è un "impasto di pasta frolla", tagliato in forme di diversa grandezza e richiuso su se stesso dopo essere stato farcito.

Per il ripieno si usano:

  • mandorle;
  • fichi secchi tritati finemente ed amalgamati sul fuoco con acqua e zucchero.

All'impasto così ottenuto vengono poi aggiunte:

  • altre mandorle tagliate più grossolanamente;
  • noci;
  • pistacchi;
  • uva passa;
  • cioccolato in pezzetti;
  • pinoli;
  • e tutti quei sapori che, insieme alla frutta essiccata al sole, sono propri della tradizione siciliana come scorze di limone, cannella, vaniglia.

Certificazioni

Nelle famiglie siciliane, la ricetta dei biscotti di Natale viene tramandata gelosamente da generazione in generazione ed ogni dolcetto ha la sua originalità soprattutto riguardo al ripieno ed alla forma.

I biscotti di Natale fanno parte dell'elenco stilato dal Ministero della Politiche Agricole Alimentari e Forestali dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali Italiani (PAT).

Pubblicato in SICILIA
Etichettato sotto
REGIONE: Sicilia
TIPOLOGIA DI PRODOTTO: Dolci

Descrizione

I "biscotti duri" sono uno dei prodotti da forno più longevi della tradizione pasticcera siciliana.

Certificazioni

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha inserito i biscotti duri nella lista dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della regione Sicilia (PAT).

Varianti

Ne esistono diverse varianti, ovvero di forme e dimensioni distinte:

  • i biscotti di San Martino, la versione più classica;
  • i Sanmartinelli, i più piccini;
  • e infine, la versione morbida con farcitura di crema di ricotta e decorazioni barocche.

Proprietà organolettiche

I biscotti duri come dice il nome stesso, hanno una consistenza molto robusta, sono difficili da masticare, infatti, i siciliani simpaticamente dicono che sono "duri come le corna", ma è vero anche sono dolcissimi e profumano di un intenso aroma di anice e cannella.

Degustazione

Se non dovessi riuscire nell'impresa di addentarne uno, non temere, la forma più sublime per assaporare questi biscotti è:

  • inzuppandoli in un vino dolce come il Moscato.

L'incontro tra la pasta frolla ed il vino sarà un'esperienza di puro gusto per il tuo palato, sentirai il biscotto sciogliersi ed arrendersi alle note dolci del tuo bicchierino di Moscato, uno non basterà, vorrai fare il bis.

Ingredienti

Per preparare circa 30 biscotti duri ti servono:

  • 500 gr di farina;
  • 150 gr di zucchero semolato;
  • 25 gr di lievito di birra;
  • 100 gr di strutto;
  • 15 gr di semi di anice;
  • 20 gr di burro;
  • un pizzico di cannella.

Preparazione

Sciogli il lievito, uniscilo alla farina e lavora con un cucchiaio di legno.

Aggiungi gli altri ingredienti e continua ad impastare fino ad ottenere un composto della consistenza del pane.

Lascia lievitare e poi procedi formando delle piccole ciambelline.

Cottura

Inforna i  biscotti duri per 10 minuti a 200° e poi per altri 20 minuti a 160°.

A cottura ultimata lascia riposare in forno.

Pubblicato in SICILIA
Pagina 10 di 155

I&T Srl Innovativa

P.IVA 09780790961
CF 09780790961
Via Vertoiba 2, - 20137 Milano

Sistemi di Pagamento

 MasterCard  PayPal  Sepa Visa 

 

Seo by @enitto