Ozu casu

Vota questo articolo
(2 Voti)
Regione: Sardegna
Tipologia di prodotto: Grassi (burro, margarina, olii)

Descrizione

La gastronomia sarda è caratterizzata storicamente da diversi tipi di grassi, animali e vegetali, utilizzati nella preparazione dei piatti.

Utilizzo

Ad oggi alcuni non vengono più utilizzati mentre altri sono stati rivalutati e di uso comune.
 
Tra questi citiamo "l'ozu casu", chiamato anche "manteca", che si ricava dalla panna del latte fatta bollire ed aggiungendo farina di semola.
 
Il grasso sciolto che ne deriva viene utilizzato come condimento.

Origini

Un piatto sardo e molto antico che impiega l'uso dell'ozu casu è la "pellizzas", da cui l'omonima sagra che si tiene alla fine del mese di Agosto nella località Pattada.

Questa pietanza (trattasi di pasta), è a base di:

  • semola di grano duro;
  • acqua;
  • sale marino.

Rievoca l'antica tradizione secondo la quale la famiglia si riuniva attorno al recipiente, detto "su labiolu", che veniva utilizzato per la preparazione dell'impasto.

Ad oggi il condimento con ozu casu per la realizzazione delle pellizzas è stato sostituito con:

  • salsa di pomodoro;
  • ragù a base di carne, formaggio pecorino.

Il "Cannonau" è un ottimo vino di accompagnamento per questo piatto.

Ingredienti

L'ozu casu veniva anche utilizzato per condire le zuppe di pane, dette "panafittas" o "suppa cotta", così come per la preparazione delle fave.

Secondo la tradizione l'ozu casu veniva anche utilizzato come "grasso di frittura", per preparare quelle che chiamano "orillettas".

Si tratta di un dolce sardo tipico del periodo di carnevale a forma di orecchio, fatto con:

  • farina;
  • uova;
  • zucchero;
  • scorza di limone;
  • anice.
Altro in questa categoria: « Cardi selvatici sott'olio

I&T Srl Innovativa

P.IVA 09780790961
CF 09780790961
Via Vertoiba 2, - 20137 Milano

Sistemi di Pagamento

 MasterCard  PayPal  Sepa Visa 

 

Seo by @enitto