Rafano

Vota questo articolo
(1 Vota)
REGIONE: Basilicata
TIPOLOGIA DI PRODOTTO: Vegetali

Descrizione

Chi non ha mai sentito parlare del "rafano" andando in Basilicata?

Certificazioni

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha inserito il rafano nella lista dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della regione Basilicata (PAT).

Caratteristiche

Si tratta del cosiddetto "tartufo della gente povera" ed è un prodotto locale vegetariano molto importante nella tradizione locale.

In parole molto semplici parliamo di una radice, o tubero che per via del suo sapore un po' forte e tendente al piccante viene utilizzato come "spezia".

Le sue origini sono molto antiche: viene spesso associato ad aneddoti dove il rafano serve anche per "curare" dati i suoi "effetti benefici" perché "antibatterico".

Coltivato con le stesse tecniche delle patate, il rafano è una radice dalla:

  • consistenza carnosa che contengono un tipico olio piccantino che gli da il suo sapore.

Utilizzo

Esistono diverse varianti che lo vedono come:

  • accompagnamento dei piatti principali.

Può essere infatti grattugiato nella pasta o nel sugo come anche nei preparati per pastellare o nell'uovo sbattuto.

Il suo sapore ricco lo rende il perfetto condimento per:

  • insalate dal sapore delicato;
  • per chi ama mangiare piccante e vuole arricchire il gusto delle sue verdure a vapore.

Attenzione a non esagerare però!

Il rafano può anche provocare "irritazione" a chi ne fa un uso abbondante o dimentica di lavarsi le mani dopo averlo tagliato.

Curiosità

Gli appassionati della cucina d'Oriente lo trovano molto sfizioso perché riesce a rendere i piatti perfetti anche con un piccolo quantitativo.

Carne o pesce non importa: in entrambi i casi il rafano si presta perfettamente per rendere un piatto ancora più "saporito" e con un elemento così semplice si può stravolgere l' intero gusto di una pietanza.

I&T Srl Innovativa

P.IVA 09780790961
CF 09780790961
Via Vertoiba 2, - 20137 Milano

Sistemi di Pagamento

 MasterCard  PayPal  Sepa Visa 

 

Seo by @enitto