Liquore di fico d’india

Vota questo articolo
(3 Voti)
REGIONE: Puglia
TIPOLOGIA DI PRODOTTO: Liquori

Descrizione

Il "liquore di fico d'india" pugliese è preparato specialmente nella zona del Gargano, anche se in molte altre c'è stata la sua diffusione nel tempo.

Certificazioni

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha inserito il liquore di fico d'india nella lista dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della regione Puglia.

Origini

Il fatto che nella Regione sia molto amato questo tipo di liquore, si deve alla grande presenza di piante da fico sparse per la Regione, che hanno contribuito a formare il profilo estetico della Puglia.

Le piante che si trovano più facilmente sono quelle che hanno frutti dalla polpa gialla.

Quelli dalla polpa rossa o bianca sono più rari da trovare.

Il liquore di fichi d'india ha un gusto:

  • ricco;
  • un colore dai toni caldi;
  • va servito rigorosamente freddo.

Nei negozi di prodotti tipici pugliesi è molto facile trovarlo, ma altrettanto semplice è prepararlo in casa.

Ingredienti

Gli ingredienti sono:

  • fichi d'india;
  • zucchero;
  • acqua;
  • alcol.

Le proporzioni di peso tra acqua e zucchero variano in base al gusto.

Si parte da mezzo kg di zucchero per un litro d'acqua da aumentare nel caso in cui si desideri ottenere un liquore molto dolce.

Preparazione

Per la preparazione bisogna:

  • pulire i fichi d'india;
  • sbucciarli;
  • tagliarli a cubetti.

Il passaggio successivo consiste nel mettere la polpa così ottenuta a macerare nell'alcol e lasciarla una decina di giorni in un luogo fresco e buio.

Passati i giorni basterà filtrare l'alcol ed arricchirlo con uno sciroppo ottenuto, sciogliendo in acqua lo zucchero.

Dopo circa 7 giorni il liquore va filtrato nuovamente e può ritenersi pronto.

Altro in questa categoria: « Burrata Capperi del Gargano »

I&T Srl Innovativa

P.IVA 09780790961
CF 09780790961
Via Vertoiba 2, - 20137 Milano

Sistemi di Pagamento

 MasterCard  PayPal  Sepa Visa 

 

Seo by @enitto