Mandorle Arrubia

Vota questo articolo
(2 Voti)
Regione: Sardegna  
Tipologia di prodotto: Prodotti vegetali allo stato naturale o trasformati |  

Descrizione

Le "mandorle Arrubia" e le varietà più conosciute in Sardegna sono la Cossu, la Olla e la Schina de Porcu

Certificazioni

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha inserito le mandorle Arrubia nella lista dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della regione Sardegna (PAT).

Origini

Il mandorlo, coltivato nell'isola fin dall'antichità, caratterizza tutto il paesaggio della Sardegna.

Le prime colture specializzate risalgono ai primi del 1900 e furono incoraggiate dal Ministero dell'Agricoltura più che altro nell'entroterra cagliaritano e nel territorio di Sanluri.

Proprio nel Novecento il mandorlo è stato di fatto il "fruttifero" maggiormente coltivato in Sardegna.

Il declino di questa coltura inizia a partire dagli anni Cinquanta, questo nonostante l'isola sia al terzo posto nella produzione di mandorle dietro la Sicilia e la Puglia.

Caratteristiche

Le mandorle Arrubia sono una qualità di mandorle dolci adatte all’utilizzo in pasticceria.

Gli alberi su cui le mandorle Arrubie crescono sono vigorosi a portamento tendenzialmente assurgente:

  • i rami sono robusti;
  • le foglie sono grandi con una lunghezza di circa 7 cm;
  • la larghezza è media con un forma ellittico-allungata;
  • i fiori piuttosto grandi;
  • i petali sono bianchi, con unghia rossastra.

Le mandorle in guscio si presentano:

  • lunghe in media 3,9 cm;
  • spesse 1,8 cm;
  • con un peso di circa 7 gr.

I semi sono:

  • dolci e di forma ellissoidale allungata;
  • lunghi in media 3 cm;
  • larghi 1,7 cm;
  • spessi 7 cm.

La mandorla Arrubia è molto apprezzata dagli agricoltori per:

  • la sua produttività;
  • la costanza della fruttificazione;
  • la sua rusticità;
  • le sue caratteristiche organolettiche.

Varietà

Le mandorle Arrubia, oltre ad essere le più comuni della Sardegna, sono anche le più antiche, tra queste distinguiamo:

  • Cossu;
  • Olla;
  • Schina de Porcu.

Nell'isola le mandorle vengono consumate sia tostate che crude, e vengono impiegate in vari modi:

  • tagliuzzate;
  • intere;
  • macinate;
  • glassate.

Inoltre il loro utilizzo è fondamentale nella realizzazione di ottimi dolci:

  • tradizionali;
  • modellati;
  • rifiniti;
  • stilizzati dalle mani esperte delle donne sarde.

In cucina

In Sardegna, infatti, i dolci, così come i primi piatti, i condimenti, le verdure e il pane sono terreno "al femminile".

Le mandorle Arrubia, non sono solamente un ingrediente "aggiunto" dei dolci tradizionali, di sovente sono il loro ingrediente "principale".

Ecco a voi una "lista di dolci" che hanno come ingrediente base proprio la "mandorla".

  • il gattò,
  • i guefus,
  • il torrone,
  • gli amaretus,
  • i confetti,
  • i candelaus
  • i sospiri tipici di Ozieri.

Vogliamo proporvi una ricetta semplicissima e casalinga nella quale sfruttiamo le nostr mandorle Arrubia, stiamo parlando dei:

  • tipici dolcetti sardi alle mandorle Arrubia.

Ingredienti

Gli ingredienti necessari per la preparazione dei tipici dolcetti sardi alle mandorle Arrubia:

  • 500 g di mandorle Arrubia;
  • 500 g di zucchero semolato;
  • 50 g di acqua;
  • 80 g di essenza di arancio;
  • scorza di 1 limone;
  • 2 cucchiai di Sambuca;
  • 200 g di zucchero a velo.

Preparazione

Cominciamo quindi con la preparazione dei dolcetti sardi alle mandorle Arrubia:

  • prima di tutto sciogliete lo zucchero in un pentolino insieme a dell'acqua;
  • mescolate spesso al fine di creare uno sciroppo;
  • quando il composto comincerà ad addensarsi, aggiungete la scorza di limone, l’essenza di arancio, la Sambuca ed infine le mandorle di Arrubia;
  • continuate a mescolare fino a raggiungere un composto omogeneo.

Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare e riposare l'impasto.

Una volta che il composto si sarà raffreddato, create con le mani delle "palline", poi:

  • adagiatele su di un piano di lavoro e cominciate a preparare la "glassa".

Scaldate dell’altro zucchero con dell'altra acqua in un pentolino fino al crearsi di altro sciroppo, poi:

  • lasciate intiepidire ed unite lo zucchero a velo fino a che non avrete ottenuto una glassa omogenea che utilizzerete per ricoprire i dolcetti sardi alle mandorle Arrubia.

Mettete i vostri dolci all'interno di pirottini e cominciate a decorare a piacere, per esempio con:

  • motivi floreali;
  • codette;
  • palline colorate o argentate.

I vostri dolcetti sardi alle mandorle Arrubia sono pronti per essere degustati ...buon appetito! 

Proprietà benefiche

Dalle mandorle Arrubia, inoltre, si estrae un olio preziosissimo e delle essenze eccellenti.

Entrambi hanno un vasto impiego sia nella:

  • farmacopea tradizionale;
  • nell'industria farmaceutica;
  • nella cosmetica.
Altro in questa categoria: « Focaccia portoscusese Melo Noi Unci »

I&T Srl Innovativa

P.IVA 09780790961
CF 09780790961
Via Vertoiba 2, - 20137 Milano

Sistemi di Pagamento

 MasterCard  PayPal  Sepa Visa 

 

Seo by @enitto