Nfasciatieddi

Vota questo articolo
(4 Voti)
REGIONE: Sicilia
TIPOLOGIA DI PRODOTTO: Vegetali trasformati

Descrizione

Gli "nfasciatieddi" sono un dolce da forno della tradizione gastronomica siciliana, originari della località di Troina.

Certificazioni

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha inserito gli nfasciatieddi nella lista dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della regione Sicilia (PAT).

Tradizioni

Preparati artigianalmente secondo l'antica ricetta, sono una specialità golosa da consumare fresca o entro pochi giorni dalla produzione.

Gli ingredienti sono vari, ma la preparazione non è molto complessa.

Ingredienti

Per la "pasta" degli nfasciatieddi occorrono:

  • farina tipo "Maiorca";
  • zucchero;
  • strutto;
  • vaniglia;
  • bicarbonato d'ammonio, che funziona come agente lievitante.

Per il "composto" degli nfasciatieddi servono invece:

  • vino cotto di fichi d'India;
  • zucchero;
  • farina;
  • acqua;
  • aromi naturali.

Preparazione del vino cotto di fichi d'India

Qui di seguito vi diamo qualche dritta sul come creare il vostro vino cotto di fichi d'India.

Munitevi dei pochi, ma fondamentali ingredienti come:

  • 4 kg fichi d'India (peso da sbucciati);
  • 200 ml acqua;
  • 3 cucchiai miele d'acacia.

Dopo aver sbucciato i fichi d'India e averli pesati, trasferiteli in un sacco di iuta ben pulito.

Mettetelo in una insalatiera o in una boule molto capiente e schiacciate la polpa dei fichi d'India.

Il succo che ne fuoriesce, deve essere raccolto nell'insalatiera.

Continuate così per un po' e spremendo il sacco sempre più forte, fino a quando non uscirà più succo.

A questo punto mettete in una casseruola l'acqua e, facendola appena scaldare, scioglieteci dentro il miele.

Appena si sarà formato un liquido sciropposo, unite il succo dei fichi d'India.

Continuate la cottura del liquido per almeno 3-4 ore fino a che non si sarà del tutto ristretto.

Lavorazione

Per gli nfasciatieddi innanzitutto bisogna preparare un impasto morbido con la farina di Maiorca.

Si tratta di una varietà di grano tenero molto antica, a cui vanno aggiunti zucchero, lievito, strutto e acqua.

Quando il composto è bene amalgamato, si ricava una sfoglia spessa circa mezzo centimetro, su cui verrà posta la farcitura.

Per prepararla, si porta ad ebollizione il vino cotto con:

  • acqua;
  • zucchero;
  • sostanze aromatiche, come bucce d'arancia grattugiate e cannella.

Affinchè raggiunga la giusta morbidezza, si possono aggiungere gradatamente delle piccole quantità di farina.

Con questo ripieno si farcisce la soglia, che viene poi richiusa ai margini e lavorata a mano per darle una forma cilindrica e a tagli obliqui.

Cottura

Gli nfasciatieddi si cuociono a forno preriscaldato a 250 gradi per circa 20 minuti.

Guarnizione

Una volta pronti gli nfasciatieddi e raffreddate si imbevono con "vino cotto di fichi d'India" o miele, e si cospargono con:

  • mandorle tritate;
  • zucchero;
  • cannella.
Altro in questa categoria: « Giuggiulena Miele millefiori siciliano »

I&T Srl Innovativa

P.IVA 09780790961
CF 09780790961
Via Vertoiba 2, - 20137 Milano

Sistemi di Pagamento

 MasterCard  PayPal  Sepa Visa 

 

Seo by @enitto