Matriata

Vota questo articolo
(1 Vota)
REGIONE: Puglia
TIPOLOGIA DI PRODOTTO: Gastronomia

Descrizione

La "matriata", in dialetto "'ntrama fina", è un piatto tipico della Puglia a base di carne fresca.

Certificazioni

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha inserito la matriata nella lista dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della regione Puglia (PAT).

Origine

La matriata, come tutti i piatti di carne della Puglia, ha una tradizione antica e il detto secondo il quale:

  • "della carne non si butta via niente".

La matriata fina si prepara con:

  • l'intestino tenue del vitello o del bovino adulto e viene spesso gustata con il "chimo" che si trova all'interno di questa frattaglia.

Ingredienti

Gli ingredienti base per la creazione di questo piatto sono i seguenti:

  • matriata;
  • vino bianco;
  • olio extra vergine di oliva;
  • cipolla;
  • alloro;
  • sale;
  • pepe.

Preparazione

Inizia con il lavare bene la matriata, spellala e dividila in parti.

Ogni parte dovrà essere:

  • legata alle estremità in maniera tale da tenere il chimo all'interno durante la cottura;
  • il chimo servirà per dare un gusto amarognolo e gustoso alla ricetta;
  • prendi una cipolla e tritala;
  • versala in una padella in cui avrai aggiunto l'olio extra vergine di oliva.

Fai soffriggere per qualche minuto e aggiungi la matriata continuando a mescolare.

Lascia sul fuoco a fiamma bassa e versa il vino bianco.

Fai sfumare per alcuni minuti e aggiungi il sale quanto basta, le foglie di alloro e il pepe.

La matriata dovrà cuocere per almeno due ore a fuoco minimo.

Degustazione

Trascorso il tempo di cottura la matriata sarà pronta per essere servita!

Variante:

  • se non ami il gusto amarognolo del chimo puoi toglierlo durante la fase di pulizia e procedere con la ricetta.

I&T Srl Innovativa

P.IVA 09780790961
CF 09780790961
Via Vertoiba 2, - 20137 Milano

Sistemi di Pagamento

 MasterCard  PayPal  Sepa Visa 

 

Seo by @enitto